13a gara di Handbike a Desenzano del Garda: corsa, spettacolo, festa. Il filotto è servito

E’ un filotto simbolico quello realizzato alla gara di Handbike svolta il 20 maggio 2018 a Desenzano del Garda

Nella sua definizione sportiva, filotto è una serie di vittorie. Può sembrare inappropriato parlare di filotto riferendosi ad una sola competizione, ma in questa gara si sono visti tutti gli elementi che ci fanno pensare a questo.

pronti per la partenza

La gara è stata un successo. Più di 120 partecipanti, di ogni categoria ed età. Dai giovanissimi sedicenni agli “anziani” …ntenni.

Hanno sfrecciato su è giù per il percorso di Desenzano del Garda e in meno di un’ora hanno coperto l’intera distanza della maratona, correndo con dei mezzi che hanno ben poco a che fare con delle carrozzine, nemmeno nel numero di ruote; tre ruote anzichè quattro.

Materiali come il carbonio, alla stregua di ciò che viene fatto per i professionisti del ciclismo, aerodinamica (16 cm dal terreno l’altezza), tutine, posizione, nulla è lasciato al caso.

E la gente se n’è accorta.

Lo spettacolo della gara, svoltasi in una bella giornata limpida di Sole, ha lasciato i cittadini di Desenzano del Garda ed i turisti, a bocca aperta. Assiepati lungo le transenne hanno iniziato a guardare con curiosità per poi entrare nell’atmosfera coinvolgente che questo evento ha prodotto. E da spettatori curiosi si sono trasformati in spettatori coinvolti, a fare il tifo per i più forti o per chi non poteva vincere ma sputava ugualmente sudore e fatica.

handbike Desenzano
handbike Desenzano

Impossibile restare indifferenti mentre dei pazzi sfrecciano rasoterra a più di 40 km/h di media, con lo sforzo e l’orgoglio stampati sul proprio volto.

Uno spettacolo che ha fatto completamente dimenticare il disagio della città bloccata per la competizione. Un grazie all’amministrazione comunale per la piena collaborazione.

il Sindaco di Desenano Guido Malinverno e l’assessore allo Sport Francesca Cerini

La festa al termine, in una sorta di terzo tempo, dove una volta conclusasi la gara, gli avversari si trasformano in colleghi, conoscenti, amici.

Tutti insieme a chiacchierare, festeggiare, passare un ottimo pomeriggio.

una delle premiazioni

Un pomeriggio preceduto dal magnifico spiedo bresciano dalla cottura perfetta, croccantino fuori e morbido dentro con tutti i sapori e gli aromi dosati alla perfezione e preparato dal gruppo dei volontari dell’oratorio di Centenaro, gustato presso lo spazio messo a disposizione dall’istituto dei Padri Rogazionisti di Desenzano del Garda. Ed è stato bello vedere tanti ragazzi del liceo collaborare alla buona riuscita del pranzo.

Fondamentale l’aiuto che molte associazioni di volontariato della provincia di Brescia, ma anche provenienti da fuori, hanno offerto per la buona riuscita dell’evento. Senza il loro supporto non sarebbe mai stato possibile realizzare una giornata così bella e perfetta.

Alla fine per chi ha organizzato, Garda pro Bike a.s.d. e per tutte le associazioni di volontariato, ci saranno giorni di riposo e destressanti, ma tra coloro che hanno partecipato ho già sentito qualcuno dire – non vedo l’ora che arrivi la 14a edizione! –

Molte foto saranno disponibili a breve su www.gardahandbike.com